All About Jazz needs your help and we have a deal. Contribute $20 (or more) and we'll hide those six pesky Google ads that appear on every page for a full year! You'll also fund website expansion.


I want to help

250

NUOVE USCITE RED RECORDS: Chuck Zeuren - Robert Stewart

SOURCE:
Published:
Sign in to view read count
Red Records New Release
Robert Stewart - Nat the cat, the music of Nat King Cole

Tutto questo album è dedicato con commozione alla memoria del grande Nat King Cole. Possano il suo spirito e la sua musica vivere in eterno. Robert Stewart



Uno dei più impressionanti tenorsassofonisti di hard bop emersi negli anni Novanta, Robert Stewart, originario di Oakland (California), non impugnò lo strumento prima dei diciassette anni. Si immerse però nella musica di Coleman Hawkins, Ben Webster, Sonny Rollins e John Coltrane – come pure nelle opere del suo mentore, Pharoah Sanders - in maniera tale da sviluppare rapidamente un proprio robusto suono. Scott Yanow - All Music Guide



Si tratta forse del più importante giovane artista ad essere emerso negli ultimi decenni. Billy Higgins



Su Judgement: Eric Reed, Mark Shelby, Billy Higgins e il corposo suono di Stewart rendono questo disco accessibile a tutti. Un’incisione jazzistica superba. Michael Bailey - All About Jazz



Il giovane tenorsassofonista Robert Stewart nell’arco di tre album superlativi si è mosso con sapienza dal jazz mainstream alle ballads al R&B venato di blues. Christine Alicino - L.A. Times



Qui come altrove, Stewart sembra rinascere respirando il suono di alcuni colossi del jazz. In verità, c’è un che di vero nelle dicerie che indicano Stewart come una seconda reincarnazione di Ben Webster, ma Stewart non è rimasto attaccato al solo grande Ben; le sue influenze sono una miriade.



Si possono rintracciare anche schegge provenienti da vecchie e venerate ‘statue’ come Coleman Hawkins, assieme ad altre meno note, come Gene Ammons. Furono gli attacchi al sax tenore di Ammons, aggressivi e carichi di R&B, a predisporre maggiormente l’orecchio di Stewart; egli stesso ha frequentemente espresso la sua ammirazione per Ammons. Speak Through Your Horn, una jam incendiaria da Judgement, dimostra giusto giusto quale significato Ammons abbia avuto nello sviluppo musicale di Stewart. Nicky Baxter - San Francisco Weekly


Chuck Zeuren - Why Not??

[The repertory of original compositions of Mainstream Jazz is very advanced in the rhythmic, armonic and thematic conceptions. There’s plenty of New York Jazz, with a Latin Beat. One of the compositions (Berg-Gonz-Crazy) is dedicated to Jerry Bergonzi. All the musicians are practically unknown but stylistically and instrumentally updated. More than the single musicians’ gifts, it is the ensemble and its balance which produces jazz of great impact, advanced and extremely contemporary.]



[Some commentaries about the leader:]



Chuck Zeuren ha messo assieme un gruppo di musicisti che in questa registrazione di composizioni e arrangiamenti originali si metto in risalto l’un l’altro. Questa è musica intrisa di buonumore, suonata con una sensibilità meravigliosamente gioiosa. Non ‘perché?’ ma ‘perché no?’. Joe Lovano



Chuck Zueren è il batterista del batterista, il musicista del musicista. Oltre alla sua energia e cristallina brillantezza musicale, è un uomo che si mantiene staccato dal business musicale, che va avanti per la sua strada e fa ciò che tale scelta richiede. Il suo CD intitolato semplicemente Zeuren (Monad Records) ha il suo posto nei libri di storia della musica come una delle migliori session di un batterista. Si tratta di una pubblicazione eccezionale di un musicista eccezionale, Chuck Zeuren! Tim Price - Jazz Player Magazine, Saxophone Journal



Solamente una volta ogni tanto viene fuori un batterista del calibro di Chuck Zeuren. Per due anni è stato la forza motrice sottesa al mio gruppo. Lionel Hampton



Chuck Zeuren è un gran batterista. Erik Turkel, Keyboard Magazine



Chuck Zeuren fa quel tipo di grandioso jazz che il pubblico di oggi adora. Paul Matthews - Cadence



Chuck Zeuren è uno di quei leader che non cercano di imporre le proprie vedute agli altri musicisti. Sembra che si consideri un elemento di congiunzione tra gli altri individui del gruppo e, chiaramente, è uno che sa davvero ascoltare. Le Jazz, July 1997, Star CD of the month

For interview requests or more information contact .

Shop For Jazz

Post a comment

comments powered by Disqus

Join the staff. Writers Wanted!

Develop a column, write album reviews, cover live shows, or conduct interviews.